Qualcuno da amare (Abbas Kiarostami, 2012)

Qualcuno da amare

Con Qualcuno da amare, tremenda traduzione del più calzante Like someone in love, Abbas Kiarostami regala al pubblico, ampiamente viziato alla fruizione sempliciotta, uno struggente quanto imprevedibile ritratto di identità e relazioni. Identità e relazioni toccate, scosse e superficialmente analizzate dall’obiettivo del regista che nel 2012 riporta sullo schermo, con successo, il potere ispiratore e … Continua a leggere

Shame (Steve McQueen, 2011)

Shame

Dopo (o anche durante) la visione di Shame di Steve McQueen, viene praticamente spontaneo citare una frase contenuta nell’ultimo, acclamatissimo libro di Paolo Cognetti (Sofia si veste sempre di nero): “così ti porti in giro le tue identità come sorelline litigiose, una che tira per correre avanti e l’altra che punta i piedi”. Parole che stanno benissimo addosso … Continua a leggere

Looper (Rian Johnson, 2012)

Looper

“Il Matrix del decennio” è così che la stampa ci sta presentando uno dei film di fantascienza più attesi dell’anno, Looper, del regista prodigio Rian Johnson (guardatevi The Brothers Bloom e provate a negare), altri lo descrivono come un mix di Terminator e Memento. Se dovessi dargli una definizione di sicuro non sceglierei nessuna tra … Continua a leggere

Bright Star (Jane Campion, 2009)

Bright Star

John Keats fu un poeta inglese devoto al culto della bellezza come unica verità possibile – “Beauty is truth, truth beauty, – that is all/Ye know on Earth, and all ye need to know”. La sua esistenza è una meteora che brilla nel firmamento dell’arte, lasciando una scia tanto fugace quanto splendida ed eterna, proprio come … Continua a leggere

Il bambino con il pigiama a righe (Mark Herman, 2008)

Il bambino con il pigiama a righe

“Olocausto” – dal greco  ὅλος (intero) e καυστός (bruciato) – è un termine che fa riferimento ad un’antica pratica rituale di stampo religioso: una cerimonia dove, per l’appunto, l’animale prescelto veniva completamente arso per essere poi offerto in sacrificio al dio di turno. “Shoah”: in lingua ebraica sinonimo di “distruzione”, “catastrofe”. Una volta chiarite queste basilari differenze, … Continua a leggere

The Master (Paul Thomas Anderson, 2012)

The Master

Il vero genio, quanto è raro trovarlo. Il vero genio è qualcuno capace di trovare ed unire tutti gli elementi necessari per costruire qualcosa di veramente Grande, come The Master, l’inaspettato capolavoro (perché così bello era difficile anche solo immaginarlo) seguito allo straordinario Il petroliere e ad una breve filmografia che già ci aveva fatto … Continua a leggere

La Migliore Offerta (Giuseppe Tornatore, 2012)

La Migliore Offerta

Chi ama l’arte non è per forza di cose un possibile artista. Una distinzione molto cara a Virgil Oldman, battitore d’aste e collezionista di ritratti femminili, che sarebbe doveroso spiegare anche al suo autore, un certo Giuseppe Tornatore, apprezzato regista italiano le cui doti da amatore della Settima Arte non si possono dir paragonabili alle nettamente … Continua a leggere

Pieta (Kim Ki-duk, 2012)

Pieta

La gente sta male, recita il titolo di una vecchia canzone degli Afterhours. Ai tempi dell’album – Quello che non c’è, 2002 – il film Pieta del coreano Kim Ki-duk era ancora ben lungi dal vedere la luce – e gli schermi. Ma non c’era bisogno di lui per capire. Piuttosto, suonato dopo, il brano degli After avrebbe … Continua a leggere

Vita di Pi (Ang Lee, 2012)

Vita di Pi

C’era una volta una donna, dipinta da Erri De Luca, che diceva “Lascio a voi il compito di sbrogliare la mia storia, perché chi ci sta dentro non ci vede mai chiaro”. Quella di Pi e della sua vita – nota appunto come Vita di Pi - è una storia consegnata nelle nostre mani, forse ancora un po’ … Continua a leggere

Ma fra poco iniziano a cantare “Summer Nights”? – Grandi speranze (Mike Newell, 2012)

Grandi speranze

In questo periodo in cui si parla solo di fine del mondo, quale miglior film si potrebbe vedere se non uno dal titolo Grandi speranze? Mentre i Maya (o i presunti studiosi dei Maya, per esser più precisi) stanno pensando ad un piano per terminare il mondo col Prof e il suo fedele Mignolo, il vostro Hanuman … Continua a leggere

Iscriviti

Ricevi al tuo indirizzo email tutti i nuovi post del sito.

Unisciti agli altri 76 follower